FoodCamp – Il Gusto di Internet

30 03 2008

L’idea di Vittorio Pasteris è piaciuta subito ad alcuni blogger coinvolti via e-mail. Antonio Tombolini ci ha messo del suo per organizzare la prima sessione: si svolgerà dal 29 aprile al 1 maggio 2008 in Molise, a San Martino in Pensilis.

FoodCamp il Gusto di Internet punta a riunire addetti ai lavori food e/o wine e/o internet e/o grande e/o piccola distribuzione, ma non solo, per fare il punto della situazione sul settore. Lo scopo è (anche) quello di mettere capo a eventuali startup da avviare. Il tutto in stile BarCamp.





Direct Marketing e GDO

13 06 2007

Ieri ho trascorso la mattinata a chiacchierare con un collega di direct marketing e delle possibili iniziative che si possono sviluppare nei nostri punti vendita: supermercati di quartiere, superette, negozi di vicinato.

Al di là degli strumenti disponibili e delle operazioni attuabili, ho nuovamente preso atto di alcune considerazioni generali a cui penso da tempo:

  • Si può parlare di relazione, e quindi di marketing relazionale, nel settore della vendita di beni di largo consumo? Esiste in questo settore una relazione o ci sono soltanto transazioni?
  • Cosa possiamo fare per uscire dal tunnel della guerra dei prezzi? Ha senso utilizzare strumenti che permetterebbero di gestire e migliorare una relazione di clientela soltanto per proporre sconti e promozioni?
  • Che grado di dipendenza hanno i nostri clienti? A me sembra semplicemente una dipendenza opportunistica (vicinanza del punto vendita, prezzi bassi) più che di vera e propria volontà di mantenere il rapporto.
  • Che cosa offriamo o possiamo offrire per modificare questa relazione?

A mio avviso dovremmo percorrere quei sentieri interrotti che nella GDO sono oramai coperti da fitte erbacce: il servizio, la relazione di clientela, l’economia delle esperienze.

Ricordandoci che:

  • Il servizio è un prendersi cura e non un essere cordiali.
  • La relazione ha a che fare con rapporti sociali e non semplicemente con la personalizzazione di un messaggio.
  • Abbiamo un’esperienza quando il materiale sperimentato procede verso il compimento. Allora e soltanto allora essa si integra e si distingue dalle altre esperienze nella corrente generale dell’esperienza.




L’importante è differenziarsi

10 06 2007

Ho ricevuto nella buca delle lettere un volantino di Eataly, noto distributore di prodotti tipici che nella propria home page scrive: “L’eccellenza deriva dal saper gestire il limite”. Limite dettato dal fatto che i prodotti eccellenti dell’enogastronomia italiana sono commercializzati (per forza) in piccole quantità.

Da qui l’esigenza di aprire un mega-store per venderli e differenziarsi così notevolmente dalla GDO. Tanto che il volantino appena ricevuto dice “Tutti i giorni conviene fare la spesa da Eataly” e propone una scelta di offerte che al posto della pasta Barilla comprendono le albicocche del Roero e la tagliata de “la Granda”.

Il bisogno della GDO è quello di uscire dal tunnel della guerra dei prezzi e inventare qualcosa che non suoni come “da me conviene di più” o “qui i prezzi li calpestiamo”. Grazie ad Eataly adesso abbiamo delle nuove idee per differenziarci.